Lo ammetto. Non sono una fashion Addict, non ho la smania di comprare l’ultimo capo alla moda. Ma come priorità ho quella di indossare qualcosa di comodo e che mi faccia sentire bene. Per questo negli anni ho imparato a comprare meno, dare via gli abiti, ridurre il guardaroba, selezionare capi che davvero ho intenzione di indossare. L’obiettivo: ritrovarsi davanti all’armadio e in due minuti decidere cosa indossare. Senza troppe riflessioni sul caso. Risultato: sentirmi bella e comoda ogni giorno.

Ecco allora una mia personale lista di 4 must per ridurre l’armadio e ottenere un guardaroba essenziale e confortevole.
Comprare meno, amare di più. Che vuol dire? Da poco ho comprato un jeans. L’ultimo vero jeans risale a tre anni fa, poco dopo la nascita del treenne, quando, disintegrata da un lungo periodo di allattamento e di pigiama, mi sono ribellata. Così ho comprato quel jeans: con un po’ di stanchezza ma con tanta voglio di tornare uscire e sentirmi quella di prima. Ho amato questo jeans e credo continuerò perché anche lui, nel suo piccolo, ha una sua storia da raccontare.

image
Ago, filo e fantasia. Perché non provarci? Se è vero che amiamo la moda cerchiamo anche di curarla, di cucire un buco, di rattoppare uno strappo. Può sembrare un discorso anacronistico… ma può essere un ottimo esercizio di amore verso il guardaroba, a prescindere dal suo costo.
Solo ricercatezza, pochi marchi. Adoro il mercatino, sto lontana dai grandi marchi. Non per snobberia (ognuno veste come vuole) ma a me proprio non piacciono. Preferisco “ravanare” (come dico sempre) nel mio mercatino, tra bancarelle più o meno vintage, più o meno usate.

image
La stagione ti aiuta. Pochi capi mirati a stagione. Mica siamo tutte Ferragni, mica cambiamo giacca ad ogni collezione moda, quindi, meglio lavorare in maniera trasversale ma precisa. Per non patire freddo (non lo sopporterei), per non camminare con i piedi gonfi pur di indossare quel paio di sandali. Il meteo ci aiuta… ascoltiamolo.

Lascia un commento

2017 - Mamma e Bici