rimini-blog

– Uscire lo stesso. È un metodo infallibile per fuggire dalla depressione maltempo. Ve lo dice una metereopatica di professione. Piove con nebbia e vento? Uscite! Magari non per ore ma per una sana boccata di ossigeno è obbligatorio. Spezza la giornata, mette in moto la circolazione e non vi sentirete così tristi.
– Cucinarsi del buon “comfort-food”. Volersi bene d’inverno passa anche dal cibo. Non parlo tanto di piatti sopraffini quanto di cibi che diano senso di calore e calorie. Per i dolci ho un debole quindi non apro nemmeno la parentesi. Ci siamo capiti, no?
– Ingegnarsi in casa. E adesso che faccio? Quando i pomeriggi con il piccolo sembrano infiniti è arrivato il momento di organizzazione: la manualità per i più piccini è una gran risorsa, non solo per renderli partecipi nelle nostre attività (cucinare, piegare i panni, stendere, riordinare ecc…), anche per insegnargli tanti lavoretti a tema. Mio marito mi prende in giro per questo, ma io, lo ammetto, sono una grande fan dei lavoretti per bimbi. Del tipo: adesso tutti decoupage!
– Rafforzare le proprie difese. Il freddo vi butta giù? A me tanto. Ecco perché cerco di volermi bene pensando a quando non avrò più tempo per stare rinchiusa in casa. Così giù di creme per nutrire la pelle spenta, impacchi per le mani, scrub per i piedi, spremute e quant’altro.
– Fermarsi e niente… riposare. A volte l’opzione “adesso mi gratto la pancia” non viene nemmeno presa in considerazione. Invece aiuta, rilassa, ricarica. Una seduta in bagno da sola (succede raramente) può essere di gran aiuto.

Lascia un commento

2017 - Mamma e Bici