Non si ricordano i giorni, si ricordano gli attimi diceva Cesare Pavese. E di quegli attimi è costellata la nostra vita imperfetta, monca, bislacca, in bilico continuo. Ho centinaia di foto sul mio smartphone e altrettante su tablet. Molte andranno perse, altre (poche) avranno posto in qualche grande cornice, altre ancora avranno l’onore di entrare nell’album di famiglia. Proprio quell’album che si sfoglia sul divano, raccontando puntualmente lo stesso aneddoto. E di questi album, seppur con più fatica, sto cercando di crearne. Selezionando, la sfida più grande, tra tantissime foto in archivio.

Ormai, come sapete mi sono convertita, alla stampa online. Senza la necessità di uscire di casa o altro. Basta una connessione e il gioco è fatto. Infatti, l’altro giorno, presa dalla smania di realizzare qualcosa di speciale per il mio quattrenne, ho dato vita in 10 minuto al mio primo foto-libro targato Cheerz.

Si tratta di una piattaforma comodissima per stampare le foto e non solo. Infatti, appena ho dato uno sguardo a tutti i prodotti, ho perso la retta via: stampe su tela e alluminio, poster, quadri, calendari, calamite di tutti i generi, foto-libri da sogno, segnalibri e addirittura partecipazioni. Ecco, e adesso cosa scelgo?

Nell’imbarazzo mi sono buttata sul foto-libro con tanto di copertina. Mai fatto in vita mia. Ho pensato fosse l’idea meno banale per racchiudere in un unico oggetto una piccola parte di vita di mio figlio. E non sbagliavo. In due mosse (davvero due) ho creato il mio libro ultrapersonalizzato. Non solo con le mie foto ma con tanto di scelta grafica in tutto e per tutto. Insomma un sorta di lavoro editoriale online bello e pronto in 10 minuti.

Schiaccio e invio. L’ho fatto. Ho inviato tutto. Ora non resta che aspettare! In men che non si dica il mio piccolo grande capolavoro ha suonato al campanello. Nemmeno tre giorni di attesa e mi sono ritrovata sul divano a sfogliare i momenti più intimi della mia esistenza compattati in un libro. Il bello è che grazie alla carta spessa e alla copertina sembra davvero di avere in mano un libro.

E ho pensato: ” Da qui non c’è più ritorno, ne voglio un altro!” .
Ovviamente sul sito non si sa dove guardare prima, stamperei di tutto. Infatti, il secondo passo sarà quello di stampare le foto del mio smartphone. La memoria chiede pietà. Per fare prima ho scaricato l’App di Cheerz e da lì ho direttamente fatto il mio ordine. Una cosa semplicissima!

Per saperne di più—>www.cheerz.com/it/products/cheerz-box

Lascia un commento

2017 - Mamma e Bici