sella-royal-wild

Dopo la felicità di averla ricevuta in un pacco, la soddisfazione di provarla. In una giornata di sole e dopo un lungo periodo di influenza… quale occasione migliore per regalarmi una pedalata al parco con il mio piccolo? E per provare la mia nuova sella?
Da quando sono mamma su due ruote con treenne a bordo, la mia più grande preoccupazione è la sicurezza e il comfort in bici. Ruote più robuste, seggiolino stabile, copertina anti freddo, caschetto omologato e questa volta sella nuova di zecca (per me) ultra modulare e anti furto.
Io, sinceramente, una sella così non l’avevo mai vista, e non mi chiedo perché non ci avessi pensato prima a comprarne una… Booooooo.
Vi spiego di quale piccolo gioiello sono entrata in possesso.
La peculiarità di questa sella Ta+Too by Selle Royal sta nello sdoppiarsi: la parte superiore – che può essere scelta tra le grafiche e i materiali più diversi – può essere facilmente staccata dalla base che rimane fissata sul tubo sella.
Quindi? Vuol dire che nessuno potrà rubarvela e potrete sempre toglierla in caso di maltempo. Non è geniale?
Detto ciò, ieri mattina girando al parco, dove ci sono dei crateri (non buche) lungo i sentieri non asfaltati, ho potuto constatare una migliore resa allo shock, ovvero meno dolore al sedere, a essere schiette.

Il resto è design puro: se ne possono scegliere tra diverse collezioni e versioni nate dalla collaborazione con veri e propri artisti. La mia fa parte del tema Wild, e in effetti non poteva essere più azzeccata. C’è qualcosa di più Wild di una mamma in bici nel traffico cittadino? Perché un po’ Wild, nel senso più bello del termine, bisogna esserlo: lasciare andare i pensieri pedalando, far salire al cervello le endorfine, risalire la città cantando a squarciagola, avvertire un senso di libertà irrefrenabile e accompagnarlo pedalando ancora, e ancora. Ecco. La sella da sola magari non basta. Ma ci può dare una gran mano.

In collaborazione con Selle Royal

Sella-bici-donna Bici-mamma Sella-modulare Sella-royal-modulare

Lascia un commento

2017 - Mamma e Bici