Se usi la bici quotidianamente non vuol dire che devi vivere in tuta per tutta la tua vita. Lo so, cara mamma, a volte ti piacerebbe lasciarti andare e non pensare più a niente (ceretta, baffi, peli e contropeli, capelli, creme e cremine, cambio armadi, cambio mutande, cambio testa se possibile) ma sappiamo che neppure quelle volte si può. Quindi forza e coraggio e al motto minimo sforzo massimo rendimento qualcosa di buono può venirne fuori. Poi, per noi che andiamo in bici il vestiario diventa una bestia nera: che gonna metto? Con che tipo di pantaloni pedali meglio? Tacco o scarpa da ginnastica? In questi anni, dopo aver provato di tutto, dal tutone anti strappo agli shorts cellulite in vista, ecco cosa ho deciso di non togliere più dal mio armadio:

Leggings “BIke Safe”: ve ne avevo già parlato in un altro post e oggi sono rispuntati perché sono davvero pratici ma soprattutto evitano di farvi andare sotto un camion e nella nebbia, sono miracolosi.

image

Giacca antipioggia: io lo chiamo poncho di plastica. Più è grande meglio è. È sempre piegato dentro le borse della bicicletta e all’occorrenza lo tiro fuori.

image

Vestito a prova di strappo: antistrappo, antistropiccio. In cotone ma super elastico. Dalle linee semplici, allo stesso tempo chic ma anche sportivo. Possiamo volere di più?

image

Pashima: sempre in borsa, sempre. In bici proteggere la gola è il primo passo per restare a letto tutto l’inverno. Io ne ho una alla quale sono particolarmente legata, ma la scelta infinita.

image

Vestito estivo: il colore corallo in estate è una botta di vita. Ma non è la sola cosa che mi fa adorare questo abito. Il taglio è perfetto per andare in bici, senza rimanere in mutande e il tessuto in cotone lo rende fresco per le pedalate estive. Da provare.

image

Lascia un commento

2017 - Mamma e Bici