“A me piacciono troppe cose e io non mi trovo sempre confuso e impegolato a correre da una stella cadente all’altra finché non precipito,. Questa è la notte e quel che ti combina. Non avevo niente da offrire a nessuno eccetto la mia stessa confusione.

Jack Kerouac

 

Questa sono un po’ io. Dopo 24 predi aereo, treni e coincidenze (troppe a cui mantenere fede) sono arrivar a casa, quasi fossi una sopravvissuta. E per questo con una adrenalina che non riesco a sciogliere. La valigie le ho fatto sparire subito, sporche e stanche come me. E così mentre riodono vestiti e costumi, faccio un mini break per scrivere questo post, per distrarmi da una mente troppo pensante. Sono stata tra Pisa e Firenze ad una velocità che non avrei mai pensato, oltretutto con appresso un pargolo. E l’hotel quello che mi ha salvata dal buoi della notte e mi ha riservato una pizza d’asporto niente male è l’hotel Royal Victoria di Pisa, sul lungarno, a cinque minuti dalla famosa torre. Dall’aeroporto dista dieci minuti (8 euro in taxi) e dalla stazione dei treni più o meno lo stesso, ma vale farsela a piedi, almeno per godersi il centro.

L’hotel scelto per caso e per fortuna, è un palazzo storico, di quelli che fanno sognare: saloni immensi, soffitti altri e balconi con finestre alla “Romeo e Giulietta”. Le stanze, dal sapore vintage bisognoso di ristrutturazione, però, hanno il loro fascino. Almeno io le trovo così. Molto più interessanti di tante altri di hotel moderni, spesso impersonali. Le porte delle camere, tutte rigorosamente in legno, cigolano e lasciano passare la luce che viene dal corridoio. Poetico e un po’ inquietante. Ma questo è. All’ultimo piano una magnifica terrazza immersa nel verde che però non fa scorgere la torre. Molti angoli dell’hotel abbandonati, altri che sembrano quadri dipinti. Tra la decadenza e il fascino di quello che era, ci siamo goduti un’ottima sosta… e poi eravamo a un passo dal centro e questo, almeno per me, fa sempre la differenza.

Info: una camera matrimoniale con colazione da 65 euro a notte (terrazza per aperitivo compresa)

Post non sponsorizzato

Lascia un commento

2017 - Mamma e Bici