Negli ultimi anni sono tornate in maniera preponderante. Difficile non notarle in città: veloci, coloratissime, leggere e a scatto fisso. Si tratta di due ruote per single (come le ho soprannominate io), infatti è sconsigliato (quasi impossibile) portarsi bambini a bordo. Io le adoro a prescindere.

 

Sono l’emblema del senso di leggerezza che solo una bicicletta può regalare: senza fronzoli, senza troppi accessori, ottimizzando il rapporto tempo-velocità. La mia prima scatto fisso risale a quindici anni fa, in Finlandia: ne recuperai una per caso, tramite un amico, ignara di quel che stavo portando a casa. Con un inglese un po’ rustico cercò di spiegarmi lo scatto fisso, la facilità di pedalata e mi convinse, senza metterci molto, che nel tragitto casa-università avrei fatto prima. Fu così che mi innamorai dello scatto fisso.

Ma che vuole dire scatto fisso? Ecco, con questa domanda arriviamo al cuore di questa bici.  Si tratta di un mezzo con un unico rapporto e l’assenza del sistema relativo alla ruota libera. Se invece scegliete il modello a ruota libera ( chiamata anche bicicletta single speed ), anche quando si smette di pedalare, la bici va avanti per inerzia fino a quando non si ferma del tutto.

Veloce e complicata. Questa bici si presta per chi ha una certa dimestichezza con il mezzo, ovvero lo conosce bene e sa gestirlo. Dico questo perché con lo scatto fisso è difficile da guidare e necessita di maggiore sensibilità e un buon allenamento fisico. Un trucco per farsela amica è imparare ad adottare la famosa pedalata all’indietro visto che la ruota posteriore è molto sensibile alla pedalata impressa.

Non solo per gli uomini. Chi l’ha detto che una bici solo maschile?
La verità è che noi donne, con mille borse e borsine, con una bici del genere, in stile sempre asciutto, ci sentiamo disorientate. Ma niente panico, c’è sempre chi pensa a noi. Alla ricerca di una fixed bike, a misura di donna, ecco il portale che fa al caso nostro, www.crealatuabici.com, uno spazio web dove diventare designer della propria bici dei sogni, magari aggiungendo anche qualche accessorio come un cestino.

Direttamente a questo link www.crealatuabici.com/fixed-bike-uomo/  può personalizzarla come meglio crede, aggiungendo e togliendo, colorando a piacimento, ovviamente sempre con l’assistenza del team riminese. Il sito offre anche un ottimo e-commerce con ricambi e accessori bici per uomo, donna e bimbo, con spedizione in tutta Italia. Io sto già pensando al prossimo regalo di Pasqua… nella speranza che il cinquenne finalmente abbandoni il seggiolino posteriore!

Lascia un commento

2017 - Mamma e Bici