Avete presente quelli che in centro città o al centro commerciale vi passano davanti con tremila buste di regali? Ecco quella categoria proprio mi fa rabbia. Lo so che è Natale e bisogna essere più buoni ma io non ci riesco. Appena li vedo mi chiedo in ordine: A ma quanta gente ha per fare tutti questi regali? B quanto spende in media a persona? C possibile che abbia già le idee chiare? Su quell’ultimo quesito ogni anno lo shock da regalo è più pesante. Almeno per me. Pochi regali da comprare. Idee ridotte all’osso. E non è pigrizia o voglia di non impegnarsi. È proprio che a un certo punto della vita tutto si esaurisce: come succede per un matrimonio, una relazione, una serata, un panino, una birra ecc… anche le idee regalo hanno alzato bandiera bianca. Specie se riguarda un uomo. Specie se riguarda un uomo a cui non serve niente. Mettetevi nei miei panni.
Allora il primo anno se lì che hai mille spunti, addirittura cadi nell’errore di fare più di un regalo ( bruciandoti la possibilità di riciclare l’idea) poi, il tempo passa: maglione, profumo, massaggio persino, cintura, borsa, cellulare e ancora tanto altro. E adesso? Adesso mi affido a un commesso sconosciuto e alle sue proposte. Oppure aspetto i saldi e regalo il milionesimo maglione collo a vu.

Lascia un commento

2017 - Mamma e Bici