santarcangelo5

Credo nella quotidianità, nei giorni che si ripetono con tormento, dove dietro la normale apparenza esiste per tutti il margine dei sogni, quello dove ogni cosa è lecita, dove nessuno interviene, dove è bello guardarsi in faccia e ritrovare se stessi. Ho scoperto, dopo la nascita di mio figlio, che nulla o quasi, riesce a destabilizzarmi, a farmi perdere l’equilibrio. E’ come se mi sentissi una quercia nel bosco. Nessun vento, nessuna tempesta potranno strapparmi. E’ come se all’improvviso avessi trovato il mio terreno fertile, la mia dose giusta di acqua, il mio sole perpetuo. Ed è così. Sono diventata quella mamma forte e fragile, coraggiosa e spaventata, severa e ironica.

Sono quella che ride in continuazione e piange allo stesso tempo. Quella del “chi se ne frega” ed è davvero così. Sono diventata in maniera naturale immune al giudizio, alla critica e ho preferito nel tempo prendere solo la mia strada, mai quella di nessun altro. E in questo viaggio mi sono scoperta felice. Forse lo ero già ma adesso lo apprezzo ancora di più. Sono felice perché ora stiamo preparando la cena, una delle tante banalissime cene e so con tutta la mia forza che sono con le persone uniche al mondo con cui vorrei essere. E spero che questo valga per altre mille cene! Cin cin!!

santarcangelo6

Intanto vi lascio qualche foto dalla mia day trip a Santarcangelo di Romagna (che ormai conoscete benissimo)!

santarcangelo1 santarcangelo2 santarcangelo3 santarcangelo8 santarcangelo9 santrcangel10

 

Lascia un commento

2017 - Mamma e Bici