iter e-bagnodiromagna

Ammetto, ho sbagliato tutto: se le terme fino alla scorsa settimana le ignoravo, adesso le adoro. Già, perché prima, confesso, pensavo fossero adatte solo per una vacanza per anziani stanchi e doloranti. Adesso non vorrei fare altro che ritornarci con la mia famiglia, bimbo compreso. Infatti, se io mi sono divertita, il mio treenne e mezzo è rimasto folgorato dalla gioia e non voleva più andar via. La piscina termale del Ròseo Euroterme Resort di Bagno di Romagna, con i suoi quaranta gradi, le vetrate, la parte esterna con la sorgente naturale a vista, sarebbe stata sufficiente per farci rimanere l’intero mese. Ma purtroppo non si può. E andare via, non è stato mica facile. Abbandonare accappatoio e infradito? Che tragedia!

Bimbi vietato annoiarsi
Se l’albergo termale poteva farmi pensare a un “riposo per anziani”, qui sembra di trovarsi al centro estivo de luxe e all inclusive per bimbi.
Punto nevralgico del vero divertimento, la piscina calda (attrezzata con braccioli e galleggianti) in cui giocare fino allo sfinimento. Noi ci abbiamo trascorso gran parte del pomeriggio qui. Certo, alternando (altrimenti ci crescevano le pinne) il parco giochi dello gnomo Mentino e la hall gigante con tante attrazioni natalizie. Perché è proprio ai più piccoli che questo hotel parla. Non solo con le parole ma con i fatti: mini accappatoio, borsa-terme ad hoc, giochi di intrattenimento nell’ora della colazione e nei vari pasti, menù personalizzati e attrezzatura acquatica di tutti i tipi.

piscina-termale-euroterme

Location da urlo, con gnomi, sala del silenzio, area feste e spazio per i piccoli
L’hotel quattro stelle sorge a Bagno di Romagna, tutt’intorno circondato dalla montagna, dal bosco e dai sentieri tracciati che portano alle sorgenti delle terme. Se in primavera è uno spettacolo, in inverno lo è forse ancora di più, specie se si è al calduccio della vasca termale, magari sotto Natale, quando questo hotel si veste per le feste e regala un’atmosfera natalizia sensazionale: già a partire dalla hall un tripudio di decorazioni e gnomi festanti arredano l’ambiente. Esplorando la struttura con il treenne eccitato dalla presenza dello gnomo Mentino, non ci siamo persi la Sala del silenzio, davvero particolare nell’arredo, tra poltrone, divani, vetrata che danno sui boschi e musica in sottofondo per il relax. Ma anche la sala per le feste, la zona “segreta” dedicata solo ai più piccoli da raggiungere attraverso un pertugio in un tronco che si schiude in un mondo incantato.

E ancora: l’ampia sala dove leggere giornali, bere, giocare a carte, davanti ai due imponenti camini, sulle cui pareti scorre l’acqua regalando un effetto visivo e sonoro molto suggestivo. La camera poi è uno spazio curato nei minimi dettagli, dove saremmo potuti restare rintanati per l’intera vacanza tra vasca idromassaggio, televisori alle pareti, zona pranzo, letto a due piazze e le immancabili vetrate che regalano un panorama sensazionale.

Terme-spa Euroresorte-wellness image

I piaceri della tavola
Vogliamo parlare dei pasti? Un buffet a pranzo e cena libero da qui all’infinito vi permette di passare da spuntini originali e piatti sostanziosi che spaziano dal benessere ai sapori più corposi del territorio. Per i dolci, io, potrei morire e infatti, qui, non sapevo da che parte voltarmi: creme, torte, budini, gelato, biscotti rigorosamente fatti da loro.

Un trionfo di bontà, accompagnato da un servizio impeccabile che ti coccola senza mai essere invadente. Stesso discorso per la colazione: chiedete e vi sarà dato. Gustate ogni bendidìo, regalatevi un inizio di giornata paradisiaco tra marmellate, muesli, croissant, torte, creme di cioccolato, yogurt, pane caldo. E sul tavolo, per il piccolo, un libro da colorare con tanto di matite. a conferma del fatto che ogni particolare è studiato nei dettagli.

terme-roseoeuroterme
Piscina termale? Non solo. Spa e prove trucchi Marie Galland
Si viene per le terme e si finisce alla spa, per poi passare alla prova trucco. Cosa c’è di meglio? Vivere due giorni muovendosi su è giù in questo hotel-resort vuol dire anche prendersi del tempo (vero) per se stessi. Giusto per elencarvi qualche chiccoseria che mi sono concessa. Per esempio un trattamento viso al diamante. Eh? Come? Sì, un vero e proprio rimise en forme della pelle con effetto immediato illuminante. Risultato scintillante.

Poi una seduta di trucco con prodotti Marie Galland che si può alternare a una parentesi in sauna con un maestro che, in quindici minuti, grazie agli oli essenziali, ti rimette a nuovo. A seguire un bagno turco nelle grotte termali. E ancora, lo scrub-fango-massaggio in cui ti avvolgono con il domopak e finito il trattamento torni in camera con una pelle liscia come la seta. Il tutto per una vacanza da sogno che non bisognerebbe regalarsi solo per Natale ma, se si riesce, in ogni momento dell’anno in cui trascorrere alcuni giorni di felicità allo stato puro.

Terme-bimbi

Lascia un commento

2017 - Mamma e Bici