Eccoci con la sacro-santa lista dei buoni propositi. Bisogna farla, è un must. Tutti ne hanno una, tutti poi la scordano il due gennaio. Ma porta bene farla, è un’abitudine consolidata, un rito profano che ci fa sentire migliori, cresciuti, adulti consapevoli dei nostri limiti, perché il prossimo anno sereno alle prese con gli stessi propositi…. Scommettete?
Ecco la mia:
– iniziare una sana attività fisica regolare… Eccheccacchio, mica possiamo parcheggiarci sul divano tutto l’inverno. Da domani, corsetta nel parco, sezione di addominali e interno coscia, biciclettata di un’ora. Lo faccio.
– smettere di mangiare la brioche al bar. Qui lo scrivo, qui ve lo dimostrerò. È un impegno che prendo con me stessa e tutti i baristi che vorranno farmi cadere in tentazione è con mio marito che ogni volta me la fa mangiare intera.
– imparare a giocare a scacchi. Mi serve, ve lo giuro.
– ridurre l’uso di cellulare. Siccome il cellulare me lo trovo anche nel letto e al bagno, voglio metterci un taglio.
– diventare, se possibile, una persona ancora più paziente. Già lo sono, modestamente, ma posso fare di più. Questo proposito assomiglia tanto a quelli che dicono: devo rafforzare la mia autostima. Come andare al supermercato. Semplicissimo.
– non comprare più tante cose dolci come uso e costume in questa casa… . Questa credo che sia una promessa difficilissima da mantenere ma ci proviamo.
– fare un salto in più in chiesa per alimentare la mia sfera spirituale temporaneamente part time.
– leggere, leggere, leggere.
– lamentarmi di meno pensando che qualcosa di buono si salva sempre. Sempre.
– infine andare in bici. Ancora di più di quanto faccia tutti i giorni. Se possibile.
Buon anno a tutti!!

Lascia un commento

2017 - Mamma e Bici