ristorante-rimini

Ci sono posti che ci passi davanti cento volte e nemmeno sapevi della loro esistenza. A me capita spesso per svariati motivi: quando pedalo nei posti della mia routine quotidiana penso solo ad andare; se si tratta di un ristorante, poi, nemmeno lo prendo in considerazione, non esco fuori a cena dal 1960. Dunque, fatevi due conti. Così quando mi hanno detto del SottoSale ho pensato fosse uno di quei posti imboscati che solo le amiche, quelle con una vita spericolata, conoscono davvero. Invece, mi sono ritrovati a due minuti di bici da casa… praticamente dentro casa. È vero, il mio parco ristorante è pari a zero quindi non ho molta voce in capitolo, ma sono una grande esperta in pizze (che c’entra questo?) e proprio al SottoSale ho mangiato una pizza alternativa, davvero squisita. La mia, Augusto, se non sbaglio, è arrivata al tavolo in forma rettangolare su un tagliere, già fatta a pezzi. Qualcosa che assomiglia alla trattoria nella forma ma nella sostanza siamo a un livello superiore. E io di pizze me ne intendo… . A parte il cibo, il posto è piuttosto minuto ma ben concepito. Diciamo pure mignon, composto da piccole stanzette eleganti che, sarà per i soffitti bassi o per lo spazio ridotto, amplificano i suoni, fino a non sentire quello che dice il vicino di tavolo. Ma quando si esce anche la confusione è bella. E poi, in una serata come quella dedicata alla donna, ci sta. Ottimi, per concludere la cena, i dolci della casa. Provare la crema al cioccolato bianco con nocciole…. la mia amica sa di cosa parlo. I prezzi sono nella media e per una serata tra amiche ne vale sempre la pena!!!

sottosale-rimini-ristorante

Lascia un commento

2017 - Mamma e Bici