image

Qualcosa mi dice che ci ritorneremo. Che questa “prima volta” è stata solo un morso vorace e gustoso della mela, senza pensarci troppo, senza aspettarci troppo. E abbiamo avuto in cambio tantissimo. Non solo noi genitori, ma anche il treenne, ecco perché ho deciso di raccontarvi un po’ di questo piccolo meraviglioso posto. Che nel bene e nel male è a misura di bambino, nonostante qualche piccola pecca ci sia.

Partiamo dalla location. Noi, questa volta, non ci siamo fatti mancare niente. Albergo? Bed and Breakfast? Manco per niente. Appartamento in villaggio all inclusive, Villaggio Centro Vacanze De Angelis. Lo so, non fate quelle facce, il villaggio con gli animatori? Sì, quello, ma vi assicuro che anche una come me un po’ allergica a questo format vacanziero, ha sfruttato tutti i benefici: piscine, scivoli, play ground di ogni sorta, sdraio, ombrellone, bar e market a portata di mano Il tutto immerso nella natura e a un passo dal mare, con vista Conero. Altro? Ah sì, il ristorante sulla spiaggia, con i piedi quasi sulla battigia e una panorama mozzafiato che ti regala un tuffo nel completo relax.

image

Spiaggia. Qui per me si gioca in casa: sabbia granulosa che non si attacca e con una sbattuta di asciugamano va via. Vi sembra niente ma con i bimbi è tanta roba. Altra caratteristica con i suoi pro e contro: è un mare dove subito ci si immerge nell’acqua. Avete presente i lidi riminesi, dove ci vuole un chilometro per arrivare con l’acqua alla caviglia? Qui ci vuole meno di un metro e siete già immersi per fare il bagno. Quindi, per i bimbi, sempre braccioli addosso, ma sono a un passo dalla battigia e la sorveglianza è più semplice. In più ci sono tante aree giochi colorate da alternare alla paletta e al secchiello.

image image

Piccoli borghi a poca distanza. Le Marche è tra le regioni italiane con minor distanza tra un comune e l’altro. Nel solo raggio di cinquanta chilometri la scelta è ampissima e questo è perfetto per tutti quei bimbi allergici al seggiolino. Alzo la mano per il mio. Quindi, per le visite, mettere in lista Numana, detta anche la Capri dell’Adriatico e un motivo c’è: piazzette e locali a picco sul mare e su spiagge che sembrano uscite da una rivista, intervallati da percorsi nel verde e saliscendi attraverso case che da un punto di vista architettonico sembrano essere state cesellate nei minimi particolari e sono rimaste intatte nonostante lo scorrere del tempo. Ma non dimenticatevi anche di Sirolo, Portonovo, Castelfidardo, Porto Recanati, Offagna, Agugliano: tutte località in grado di offrire tanto. Se invece vi piace solo passeggiare, il posto migliore è in riva al mare, verso l’ora del tramonto, sempre con profilo del Conero a farvi compagnia.

image

Lascia un commento

2017 - Mamma e Bici