L’acqua delle piscine termali Theia di Chianciano ci ha rigenerati. E non potrebbe essere altrimenti. Provate anche a voi a gettarvi in una piscina di 36 gradi alimentata da acqua sorgente Sillene, le cui proprietà sono famose dagli Etruschi e dai Romani. E non è un caso che la sorgente si trovi proprio in via della Foresta, nel retro dello stabilimento. E infatti quando si arriva in macchina, si ha la sensazione di entrare in una foresta senza uscita e giunge subito all’orecchio il rumore (benefico) dell’acqua.

Un mondo incantato. Portare alla terme il mio bimbo è meglio che accompagnarlo a un parco giochi. Il suo amore per l’acqua è nato al mare per poi esplodere alle terme, quando un anno fa ha scoperto le piscine di acqua calda. Amore a prima vista, suo e mio.

Queste di Chianciano, ovviamente, ci hanno convinti (e già lo eravamo) che questo tipo di attività, soprattutto in inverno, bisogna ripeterle più spesso. I benefici sono tanti, infatti le acque delle piscine Theia, ricche di anidride carbonica, carbonato di calcio, bicarbonato e solfati, che ne determinano la tipica opacità, esercitano un’azione antinfiammatoria sul sistema muscolo scheletrico ed eutrofica sulla pelle. Appena uscita, dopo circa due ore di entra e esci, non vi dico la sensazione di leggerezza. Avrei potuto volare. Idem per il più piccolo che, entrato con la goccia al naso ne è uscito come nuovo. Ha apprezzato tantissimo le piscine (due interne e quattro esterne) e all’improvviso ci si ritrova fuori con un foliage autunnale davanti e la voglia di non uscire più dall’acqua.

La piscina interna è grande, ha postazioni idromassaggio, getti a cascata per le spalle e un percorso kneipp per riattivare la circolazione delle gambe. Restando sempre in acqua, si accede alle zone esterne dove sono presenti lettini a volontà per il relax.

I bimbi meritano un capitolo a parte. È proprio per loro che le piscine propongono un’area ad hoc, per tutti i bimbi sotto i tre anni ( fino a tre anni non pagano il biglietto). È presente una piscina d’acqua calda bassa (suddivisa in tre livelli di altezza). L’acqua di questa piscina non è termale perché quest’ultima non è indicata alla pelle delicata dei neonati, che tende a seccarsi e a squamarsi. Ampia la zona gioco con piscina di palline colorate e servizi termali adatti all’ l’infanzia come la sauna e il bagno turco con temperature consoni ai più piccini. Vicina una zona relax in cui ogni genitore vorrebbe entrare, da solo, per almeno un’ora. La riuscita, ahimè, non è garantita dal biglietto.

Consigli utili
Le formule d’ingresso sono diversificate, i prezzi variano dagli 13 euro per 4 ore infrasettimanali e sono previste agevolazioni per famiglie. Conviene il biglietto per le famiglie: 2 adulti e 1 bambino a 59 euro il giornaliero, 2 adulti e 2 bambini a 69 euro, 2 adulti e 3 bambini a 85 euro. Per risparmiare mettete nello zaino accappatoio, ciabatte e cuffia. Altrimenti si possono acquistare le ciabatte (euro 3) e le cuffie (euro 2,50) o noleggiare l’accappatoio e il telo a 8,50 euro. Giorno di chiusura il martedì. Non è necessario prenotare l’ingresso. Buon relax!

Lascia un commento

2017 - Mamma e Bici