La prima vacanza in 4? Fatta! A distanza di 4 mesi esatti abbiamo ripreso in mano l’idea di rimetterci in moto, con tante perplessità e molta emozione, per la serie “fallo e basta”, portandoci dietro, oltre a pannolini e latte, la sicurezza che non sarebbe stato un viaggio perfetto e tantomeno facile. Un’ottima scelta è stata quella di scegliere l’agriturismo come forma di sistemazione. Direte voi: in inverno? A fare cosa? In realtà si è rivelata una scelta azzeccata sotto tanti punti di vista e vi raccontiamo quali.

 

 

Destinazione natura, divertimento, comodità e atmosfera d’altri tempi. In sintesi: Il Romitorio. Già perché questa volta la meta è stata  l’Umbria, in uno degli agriturismi più caratteristici dove siamo stati: si trova a Pozzuolo Umbro a pochi chilometri dalla più famosa e turistica Castiglione, sul Lago Trasimeno e qui abbiamo trovato questa struttura che riprende il nome dal rifugio degli eremiti e mette a disposizione diversi appartamenti “comfy”, di quelli rustici e allo stesso tempo molto accoglienti, con camino, il crepitio del fuoco, travi in legno a vista, letti soffici, cucina accessoriata e arredamento che non tradisce le origini del luogo. E intorno la natura, tra gli animali da fattoria (cavalli, maiali, anatre, galline), il tiro con l’arco, il campo da bocce dalle venature vintage, giochi per bambini, il campo da tennis e il ping pong, salette comuni, barbecue, biciclette per le escursioni e una piscina chiusa che fa tanto nostalgia estate ma che con i primi caldi si svela regalando un angolo di paradiso.

Ad accoglierci in questo luogo dall’atmosfera incantata tra ulivi e alberi da frutto, Giulia la titolare, una ragazza davvero in gamba che dopo la laurea in lingue ha deciso di prendere in mano le redini dell’attività di famiglia, già avviata per oltre 30 anni dalla madre Annarita.  Due persone persone che hanno fatto dell’ospitalità una sorta di mantra, grazie al quale trasmettono la passione per ciò che fanno, con l’obiettivo di fare stare bene chi ha la fortuna di trascorrere del tempo nel loro agriturismo. Che tra le varie perle che può sfoggiare ha di certo tanti prodotti, molti dei quali fatti dalle sapienti mani delle titolari: marmellate, olio, miele, cereali e verdure fresche tutto l’anno. Qui il tempo segue ancora le stagioni e la freschezza e la bontà del cibo presente è la testimonianza.

 

Noi abbiamo avuto il piacere di fermarci al loro ristorante e ne è valsa la pena: tra le tante, tantissime leccornie presenti, segnaliamo i salumi e affettati dei loro animali (cinghiali, maiali e bufale); il vino rosso o bianco rigorosamente dei vicini vigneti delle zone del Vino Nobile di Montepulciano, dei Colli del Trasimeno e del Chianti Colli Senesi; i pici con mollica di pane e acciughe; i primi e la carne che la stessa Giulia in cucina prepara con maestria. E anche nella zona ristorante, l’ambiente che  fa da cornice è uno spettacolo, con  la grande stufa che regala note fiabesche e conviviali, cullando i commensali nel calore, tra le bontà che escono dalla cucina.

Possiamo dire di non avere avuto un attimo per noi, di non esserci fermati a riposare, di non aver avuto mai il piacere di un pasto in silenzio, visti i piccoli sempre in movimento,  ma questo luogo fuori dal tempo ci ha aiutati a ricaricarci, solamente per il fatto di essere lì. D’accordo, l’ inverno potrebbe non sembrare la stagione migliore, viste le temperature a volte rigide ma basta solo cambiare punto di vista guardando l’agriturismo  con occhi diversi: noi, la nostra, abitazione Olivo, l’abbiamo vissuta al 100 per cento, godendocela proprio perché fuori il clima era freddo.

E non bisogna dimenticare  il piccolo gioiello di cui il Romitorio dispone:  in questi ettari di terreno non perdetevi la piccola chiesa di San Antonio, ancora luogo di preghiera e di messe durante l’anno; ogni 20 gennaio viene celebrata la festa per ricordare il santo e per mangiare dell’ottimo pane fatto direttamente nel forno del giardino antistante.

 

Partendo dal Romitorio, inoltre, si può  raggiungere in poco tempo diverse località interessanti: Castiglione del Lago, tra i borghi più belli d’Italia, a soli 10 minuti di auto e dove ci si può godere il panorama dall’alto del lago Trasimeno. A 20 chilometri ci sono invece le terme di Chianciano con le nuove piscine Theia a misura di famiglia e perfette anche i bimbi più piccoli. Per coloro che vogliono perdersi a piedi o in bici , ci sono ben 64 chilometri di percorso sull’argine del Canale della Chiana, lungo il sentiero della Bonifica. 

 

Per maggiori informazioni www.romitorio.com

Lascia un commento

2017 - Mamma e Bici