Una casa senza piante è una casa senza vita. Dunque, prima di tutto piante verdi, di quelle che appena apro la porta mi fanno sentire subito a casa e mai da sola. E poi prendersi cura di loro è un po’ come prendersi cura di noi, attingendo dalla nostra sensibilità più profonda. Perché capire un essere che non parla, ma cresce nel silenzio, non è semplice. Non sempre le cure riservate sono quelle giuste e il risultato non arriva come ci si aspetterebbe  (o almeno quello sperato). Si parla tanto di pollice verde ma non è la chiave. Quanto si dovrebbe parlare di più di sensibilità.

Per la nuova casa ho scelto una Photos, la pianta d’appartamento che per eccellenza depura l’aria interna. E’ capace di pulire l’aria da sostanze tossiche e permette di rilassare gli occhi quando sono irritati. Inoltre, aiuta a trattare e prevenire casi di ipertensione oculare.

Per sopravvivere ha bisogno di condizioni determinate: va mantenuta fra i 17 e i 24 gradi, ed è per questo che è meglio tenerla in ambienti chiusi. Ha bisogno di luce, ma non può ricevere direttamente la luce del sole. Non bisogna innaffiarla molto spesso, in quanto potrebbe marcire. Per farla riprodurre basta mettere un rametto del pothos in un barattolo pieno d’acqua. Quando cominciano a comparire le radici, può essere piantata nel terriccio.

Oggi voglio accompagnarvi in uno dei viaggi che più adoro, quello delle piante del mondo, quello di 50 sfumature di verde in giro per il globo, o per la precisione, 7 sfumature. Grazie alla collaborazione tra hometogo.it  e The Sill, specialista in piante da interni, sono state scovate sette piante che consentono di viaggiare pur rimanenti a casa. Ciascuna di esse ha origini diverse, alcune vengono dalle vette dell’Himalaya, altre crescono ai piedi delle cascate nella giungla del Myanmar, altre ancora dal Sudafrica, aiutando a evocare luoghi esotici lontani tra le mura di casa.

Per un sonno ristoratore e tanto relax
GELSOMINO D’ARABIA – JASMINUM SAMBAC, HIMALAYA
I suoi fiori si aprono durante la notte sprigionando un odore fresco e rilassante direttamente dalle vette dell’Himalaya aiuta a prendere sonno e a rilassarsi, per questo motivo il Gelsomino d’Arabia è l’Orfeo delle piante fiorite, perfetta da collocare in camera da letto. Curiosità: nonostante sia originaria dell’Himalaya, dal 1935 è la pianta nazionale delle Filippine.

INFO E CONSIGLI: SETTIMANALMENTE, LUCE INDIRETTA, 15-30 *C, ALTEZZA 50-150 CM

Flowerbed, Formal Garden, Plant, Tropical Climate

Il trofeo di caccia degli animalisti
FELCE A CORNA DI CERVO – PLATYCERIUM, AUSTRALIA
Originaria dell’Australia e della Nuova Zelanda, questa felce dalla peculiare forma, può essere montata a parete proprio come delle corna di cervo, con cui si nota una netta somiglianza e dalle quali prende il nome. A differenza delle altre felci, cresce sui tronchi e sui rami degli alberi ed è conosciuta per la peculiare abilità di riciclare e assumere i nutrienti delle foglie adulte per generarne di nuove.

INFO E CONSIGLI: SETTIMANALMENTE IN ESTATE/OGNI 2 SETTIMANE IN INVERNO, LUCE INDIRETTA, 15-30 *C, ALTEZZA 15-90 CM


Le parole non servono
MIMOSA PUDICA – MIMOSA PUDICA, AMERICA DEL SUD E CENTRALE
Se non si trova l’incipit giusto per una conversazione in soggiorno, questa pianta offre manforte. Non a caso regina del movimento vegetale, la mimosa pudica è molto timida, non desidera essere toccata e, non appena ciò accade, si richiude su sé stessa, diventando oggetto di curiosità di qualunque ospite. Ecco quindi il miglior pretesto per rompere il ghiaccio direttamente dall’America del Sud e Centrale.

INFO E CONSIGLI: TERRA SEMPRE UMIDA, LUCE INDIRETTA, 15-30 *C, ALTEZZA 15-90 CM

Tulbaghia violacea blossom

Via i vampiri dalla cucina! 
TULBAGHIA – TULBAGHIA VIOLACEA, SUD AFRICA
Questa generosissima pianta sud africana fiorisce ininterrottamente da maggio ad ottobre ed ha un bellissimo colore lilla con striature sul panna che difficilmente passa inosservato, così come il suo odore, d’aglio! Provare per credere, strofinandone le foglie, l’inconfondibile odore verrà sprigionato confondendosi tra i profumi della cucina. Questa pianta è anche un repellente naturale contro gli insetti ed ha proprietà medicinali, insomma ora è chiaro come tenere vivo il ricordo di quella vacanza in Botswana.

INFO E CONSIGLI: SETTIMANALMENTE, LUCE DIRETTA, 10+ *C, ALTEZZA 15-90 CM

Una nota caraibica in bagno, per iniziare la giornata con il ritmo giusto 
SCUDO PERSIANO – STROBILANTHES DYERIANUS, BIRMANIA
Benvenuti nella giungla! L’ambiente umido e caldo del bagno è l’habitat ideale per questa pianta dai riflessi azzurro-violacei originaria della Birmania, nel cuore del Sud-Est asiatico. Prendersene cura è semplicissimo e con le sue foglie multicolore e i suoi rari fiori, se si è fortunati la si vede fiorire nel periodo autunnale/invernale, l’atmosfera tropicale è garantita.

INFO E CONSIGLI: TERRA SEMPRE UMIDA, LUCE PARZIALE/INDIRETTA, 15+ *C, ALTEZZA 60-90 CM

Zzzz…Addio alle distrazioni!
PIANTA CARNIVORA – SARRACENIA LEUCOPHYLLA, NORD AMERICA
Il supporto giusto in ufficio per tenere lontane le ronzanti vibrazioni può essere questa piccola pianta carnivora originaria della Florida e della Costa del Golfo. Zanzare, moscerini e persino mosche ed api cadranno nel suo tranello incuriositi dal suo stravagante aspetto. Un ricordo letale made in USA da tenere sempre sul desk.

INFO E CONSIGLI: TERRA SEMPRE UMIDA, LUCE DIRETTA, 15-30 *C, ALTEZZA 15-90 CM

Un pieno di ossigeno dal Messico
PALMA DI BAMBÙ – CHAMAEDOREA SEIFRIZII, MESSICO
Questa palma originaria del Messico, dalla siluette snella ed elegante, porterà una ventata di aria fresca in casa. Anche secondo la NASA la sua capacità di purificare l’aria e ossigenare l’ambiente è tra le più elevate. Questa palma di bambù, perfetta per spazi piccoli o senza finestre, la cameretta dei bimbi, e non solo, è la migliore alleata per migliorare la qualità dell’aria e deumidificare l’ambiente.

INFO E CONSIGLI: TERRA SEMPRE UMIDA, LUCE DIRETTA/INDIRETTA, 21-29 *C, ALTEZZA 121-370 CM

Lascia un commento

2017 - Mamma e Bici