Appena nato il piccolo mi sono detta: e adesso? Come farò ad andare in bici? Ho sempre odiato la macchina e pensare di prenderla o addirittura di sostituirla alla bici per me era un dramma. Così appena il piccolo ha compiuto un anno (o forse prima, non ricordo) ho montato un fantastico seggiolino. Ecco di nuovo la mia libertà. Un’altra vita. Nonostante il peso del passeggero si senta, eccome, ci spostiamo liberamente dove vogliamo. Lui l’adora e io ancora di più. Basta organizzarsi con uno zaino o una borsa tracollo con il necessario per la belva e il gioco è fatto. Certo, la nostra città lo permette ma molte volte non è questione di salite e discese ma solo di pigrizia o di abitudini diverse. Così archiviata l’auto, salvo situazioni di urgenza, io e il mio piccoletto ci spostiamo in sella. La prospettiva cambia, l’arietta arriva il più delle volte, qualcosa da sgranocchiare ci va sempre. Non dico che sia la felicità ma ci vado molto molto vicina. Buona giornata bikers…

Ecco a cosa proprio non si può rinunciare

image

 

2017 - Mamma e Bici