Il mio territorio offre un gran numero di bike hotel. Negli anni, questo settore, si è sempre più specializzato, proponendo il meglio del meglio dei servizi che un ciclista professionista o amatoriale, possa desiderare. Il bello di alcune di queste strutture è la loro versatilità: non solo bike hotels ma anche family hotels, soggiorno romantici ecc… . Insomma si può fare molto di più.

 

Come, ad esempio, all’Oste del Castello a Verucchio, nel cuore della Valmarecchia e con due anime: una dedicata al benessere, con spa e suite, l’altra al bike, con tutto ciò che un ciclista può richiedere: da una guida esperta del territorio (fondamentale) fino alla bike room, al banco officina per le riparazioni, area attrezzata per lavaggio e gonfiaggio bici, richiesta di noleggio, lavanderia per abbigliamento sportivo, pranzi e cene per sportivi, pacchetti energetici da portare via per il bike tour. Insomma il paradiso di chi ama il cicloturismo… e qui in Romagna, questa passione è forte.

Dalle colline di spostiamo verso il mare di Viserba, all’Oxygen Ciclying Hotel, sia family che bike. I pacchetti sono i più svariati e l’assistenza per i ciclisti è massima. Ci sono ben tre tipi di soggiorno: il Light Bike, l’Easy Bike e il Lifestyle Bike, ovvero soluzioni all-inclusive studiate sull’esigenza del ciclista. L’hotel offre a chi vuole il noleggio in bici sul posto per visitare la zona mare o il centro storico di Rimini.

 

Se ci spostiamo a Riccione, non possiamo non citare il famoso l’hotel Belvedere, dalla duplice anima beach-family e sportiva. Questo hotel si rivolge a un pubblico di ciclisti stranieri, proponendo un ventaglio di cinque bike-tours studiati in base alla difficoltà e ai chilometri. Il tutto ovviamente con guide professionali. Se non avete una bici “da strada” per affrontare i tour, l’hotel vi fornisce modelli De Rosa ultra accessoriate. Il bello di questo hotel è che finito il tour potete fare un tuffo direttamente in piscina, o al mare, visto che è a due passi.

Sempre a Riccione, fiore all’occhiello in questo campo, l’hotel Dory, una struttura pronta ad accogliere famiglie, sportivi e business. Si può davvero dire che il Dory fu uno dei primi, dal 1997, ad occuparsi del cicloturismo nella maniera che noi oggi conosciamo. Per accontentare tutti i gusti, i tour proposti sono davvero tanti, ma io sono rimasta colpita da giri denominati “Bikeness philosophy” La Dolce Vita che usano la bici per scoprire il territorio in maniera lenta, senza badare al contachilometri ma solo al panorama circostante. Senza portavi la bici da casa potete noleggiare direttamente sul posto una Scott (oltre 100 a disposizione).

Lascia un commento

2017 - Mamma e Bici